Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Essi consentono, inoltre, di offrire pubblicità su misura e collegamenti ai social network. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Proseguendo la navigazione, si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Notizie in evidenza

Edificata probabilmente a partire dal 1180 per essere consacrata nel 1262, S. Flaviano ha una struttura complessa la cui genesi non è stata completamente chiarita.

I Gesuiti a Montefiascone.

I Protagonisti

I Gesuiti, congregazione religiosa fondata da Ignazio di Loyola, soldato spagnolo convertito del “siglo de oro  e, a circa metà '500, la Compagnia di Gesu' ”ebbe Cristo come modello simbolico e centro del sistema di vita e di preghiera.

Una splendida cornice

I Protagonisti

Un territorio d'alta collina, fresca sulla Rocca medioevale; in basso, quasi a livello del mare, l'umido ed il nebbioso ma pieno di fascino del lago di Bolsena, specie in inverno ed all'alba: e quindi, una corrente in mezzo, fatta di caldo in estate, mitigato da fresche correnti d'aria. Fra due punti: l’ altezza della Città Storica, e quella moderna, concepita fra gli anni '70 e '90.

Antonio da Sangallo il Giovane, vero nome Antonio Cordini (Firenze, 12 aprile 1484 – Terni, 3 agosto 1546), è stato un architetto italiano, attivo durante il Rinascimento e il Manierismo.

Durante il periodo medievale Montefiascone crebbe d'importanza per la sua posizione strategica dominante gran parte della Tuscia. Già nell'alto medioevo è attestata la presenza di una piccola rocca, che è denominata in alcuni documenti ufficiali Montis Flasconis.

A Montefiascone la Festa medievale AD 1074, nel segno di Matilde di Canossa, una donna che fece la Storia.

La Rocca (ricostruzione di Manzi)

Rinascimento

In un palazzo così carico di storia e personaggi, non potevano mancare nel succedersi del tempo, varie modifiche e restauri che i Pontefici di passaggio provvedevano a commissionare ai migliori architetti dell’epoca.

Se desideri essere informato regolarmente sulle nostre attività, iscriviti alla nostra Newsletter. Il servizio è completamente gratuito. La Newsletter sarà inviata con cadenza quindicinale ed i tuoi dati non saranno condivisi con terzi.

L' Enoteca Provinciale Tuscia

Salva

Servizi Utili